Rifai è partner di un progetto Erasmus+ sulla rigenerazione a base culturale delle aree alpine.
Lo sappiamo, il nostro stile di vita non fa bene al nostro ambiente.

5 organizzazioni in Belgio, Italia e Spagna (Bamm!, RifaiNusCopper&Light e AIARALDEA) hanno accettato la sfida di lavorare insieme per donare nuova vita ai siti abbandonati nelle valli montane. Faremo appello alla vostra immaginazione e trarremo ispirazione dalle idee di artisti più e meno famosi:

E se un antico bivacco si trasformasse in una residenza artistica?

E se un’antica miniera diventasse una piscina sotterranea?

E se un campo durante l’inverno diventasse un pianoro di ghiaccio e noi giovani architetti vi costruissimo un palazzo con mattoni di ghiaccio?

E se trasformassimo una fornace da calce in una panetteria a 2000m di altezza?

In tre settimane (ma puoi unirti anche per una sola settimana) lasceremo che le nostre idee selvagge corrano ad altitudini elevate. Scopriremo con tutti i nostri sensi varie località montane, così da guardarle con occhi diversi. Daremo concretezza alle nostre fantasie con risultati da condividere, filmeremo, faremo editing, disegneremo, dipingeremo…

La prima settimana (dal 17 al 23 luglio, inclusi i giorni di viaggio) avrà luogo in Valle Stura (Piemonte) e nella Valle di Saint-Barthélemy (Valle d’Aosta). Con un massimo di 20 partecipanti tra i 18 e i 30 anni, esploreremo i siti e ridefiniremo il patrimonio locale. Dormiremo in rifugi alpini ad altitudini elevate. I principali ingredienti? Il pensiero creativo e fuori dagli schemi, e magari la realizzazione di un progetto temporaneo!

Apprenderai gli impatti del cambiamento climatico, il modo in cui gli artisti li rielaborano, i motivi per cui i giovani stanno abbandonando queste zone e quali opportunità possano offrire le aree montane alla luce della crisi climatica. Ci saranno relatori e relatrici, ma soprattutto svolgeremo attività pratiche in spazi che abbiamo scelto per voi. Noi guideremo e struttureremo l’incontro, voi rifletterete e agirete. E ovviamente assaporeremo la vita in un rifugio di montagna ed entreremo in contatto con le comunità locali.

La seconda settimana (dal 10 al 15 settembre, inclusi i giorni di viaggio) torneremo nella Valle di Saint-Barthélemy e lavoreremo su un sito specifico (che sceglieremo sulla base delle idee emerse durante la prima settimana). Anche questa volta soggiorneremo ad altitudini elevate. Un mix di generazione di idee, sperimentazione, costruzione di installazioni temporanee e ricerca di mercato sul campo!

La terza settimana (date ancora da definire, tra la fine del 2023 e l’inizio del 2024) andremo in Belgio e integreremo i risultati della seconda settimana con un business plan. Perché vogliamo che le cose accadano per davvero, e quindi anche le cifre devono essere giuste: il programma include nozioni di finanza, marketing, strategia e fundraising. Le attività si svolgeranno in un luogo remoto nel cuore delle Fiandre.

Il progetto è finanziato all’interno del programma europeo Erasmus+La partecipazione (vitto, alloggio e trasporti) è gratuita. Vuoi unirti? Cerchiamo giovani tra i 18 e i 30 anni residenti in Piemonte e Valle d’Aosta e che abbiano buona conoscenza dell’inglese. Se rispondi a queste caratteristiche candidati compilando questo form entro il 28 maggio.

In breve, ecco di cosa si tratta:

  • rendere i giovani promotori di processi di cambiamento
  • promuovere l’uso di strumenti culturali e artistici nella rigenerazione delle aree interne
  • valorizzare il patrimonio naturale e culturale delle aree alpine

Per maggiori informazioni puoi scrivere una mail a info@montagnafutura.com